TERZA GENERAZIONE DI VITICOLTORI E PRIMA GENERAZIONE DI VIGNAIOLI

Il tutto è partito nel 1971 Nonno Antonio “Toni”, esperto viticoltore che da un passato di mezzadro acquistò 4 ettari a Vazzola, conferendo I’uva prodotta alla Cantina Sociale di Valdobbiadene.

Negli anni ’80 papà Armando acquistò 30 ettari nella prestigiosa Isola di Papadopoli diventando così il più grande conferitore della Cantina Sociale di Valdobbiadene con i 5.000 quintali di uva annuali conferiti.

Nel 1995 col diploma di Enologo del figlio Alan (presso la Scuola Enologica C.B. Cerletti di Conegliano), la famiglia decide di produrre direttamente il vino. Nel 1999 vengono acquistati i 30 ettari a Roncade dove i due fratelli Alan e William decidono di realizzare la bellissima Tenuta Santomè, terminata nel 2016 con l’apertura del nuovo punto vendita e sala degustazione e conferenze.

Successivamente sono stati acquistati 3 ettari a Susegana, nel cuore della Docg Conegliano Valdobbiadene e nel 2018 altri 30 ettari nel comune di Roncade per un totale di 75 ettari vitati.

11 Maggio 2016, fine del progetto Santomè

La Famiglia Spinazzè

Il continuo supporto di Armando Spinazzè detto il Moro è stato un elemento fondamentale nella realizzazione del progetto della Santomè.

Nel maggio 2010 Armando Spinazzè è stato nominato Cavaliere della Repubblica.

William Spinazzè

Responsabile Commerciale

Alan Spinazzè

Enologo

Alan e William… le origini dei nomi

Armando Spinazzè, grande appassionato di film western, decise di dare ai suoi due figli i nomi di due attori americani, Alan Ladd e William Holden.